Casa SucculenteAloaceae Aloe Polyphylla - Aloe a spirale

Aloe Polyphylla - Aloe a spirale

da Sofia Lara
Aloe Polyphylla - Aloe succulenta a spirale

L'Aloe polyphylla è una succulenta ipnotizzante. Molti coltivatori la considerano l'aloe più bella a causa della singolare formazione a spirale delle sue foglie di colore grigio-verde. Questo è il motivo per cui la succulenta è chiamata anche "Aloe a spirale". Il suo nome, "polyphylla" deriva da due parole greche - "poly" che significa "molti" e "phylla" o "foglie".

La formazione a spirale dell'Aloe polyphylla è la sua caratteristica più sorprendente ed è la ragione principale per cui i coltivatori sono motivati a piantarla nei loro rispettivi giardini. Sia che la spirale si muova in senso orario o antiorario, le foglie sono disposte in modo che la spirale sembri perfetta.

Ogni giro della spirale ha circa 15-30 foglie. Le foglie dell'Aloe a spirale sono larghe e hanno punte acute di colore marrone-violaceo. La succulenta produce fiori color rosa salmone in primavera e all'inizio dell'estate.

L'Aloe polyphylla proviene dalla famiglia delle Aloaceae ed è originaria delle montagne Maluti del Lesotho. Può crescere fino a 12 pollici (30 cm) di altezza. A causa della grande richiesta di questa pianta succulenta e dei suoi requisiti specifici per la coltivazione, l'Aloe a spirale è stata elencata come specie in pericolo. 

Informazioni generali:

Conosciuta anche come: Aloe a spirale
Famiglia di piante: Aloaceae
Origine: Monti Maluti del Lesotho
Altezza: 30 cm
Esposizione: Luce solare da piena a parziale, fino a 6 ore al giorno.
Esigenze idriche: Innaffiatura leggera durante i mesi estivi; pochissima o nessuna innaffiatura in inverno o nella stagione fredda.
Tipo di terreno: 1 parte di terriccio e 1 parte di pomice o roccia lavica, con l'aggiunta di circa 25% di sabbia per orticoltura.
pH del suolo: Acido (da 5,5 a 6,0 pH)
Tolleranza: Siccità


Aloe a spirale

Come coltivare l'Aloe Polyphylla

Coltivare l'Aloe polyphylla può essere impegnativo. La succulenta ha condizioni di crescita specifiche che è uno dei motivi per cui è stata elencata come specie in pericolo.

Per prima cosa, l'Aloe a spirale non è una pianta resistente al freddo. Se vi trovate in una regione che può avere temperature inferiori ai 30° F (-1,1° C), sarebbe consigliabile coltivare la succulenta in un vaso e metterla in casa. 

L'Aloe polyphylla non sopravvive alle regioni calde dove le notti possono diventare molto calde. La pianta deve essere protetta dai venti eccessivi, dal gelo e dalle condizioni di umidità.

1.   Luce del sole

Nei climi caldi, l'Aloe polyphylla prospera sotto il sole pieno o parziale. Se volete coltivare l'aloe a spirale nel vostro giardino, cercate una zona che riceva 6 ore di luce solare mattutina ogni giorno.

Aloe Polyphylla

2.   Irrigazione

Le foglie dell'Aloe a spirale sono spesse perché immagazzina acqua. Questo tipo di la succulenta ha bisogno di meno acqua rispetto ad altre varietà.

Dare all'Aloe polyphylla acqua solo quando il terreno è asciutto al tatto. Innaffiare troppo la pianta farà marcire le sue radici.

Durante l'inverno, riducete la frequenza delle annaffiature perché il terreno tende a trattenere l'umidità più a lungo.

3.   Vaso e terra

Per l'Aloe polyphylla, usate un vaso che abbia un buon drenaggio, ma assicuratevi che non sia un contenitore di colore scuro che è stato osservato trattenere l'umidità più a lungo di quelli di colore chiaro.

Il miglior terreno per l'Aloe polyphylla è una varietà ben areata con eccellenti proprietà drenanti, priva di calcare e con un fattore di pH del terreno da 5,5 a 6,0.

Una buona combinazione è 1 parte di terriccio per 1 parte di pomice o roccia lavica con circa 25% di sabbia orticola aggiunta alla miscela.

Come propagare l'Aloe Polyphylla

Aloe Polyphylla - Aloe a spirale

Il metodo migliore per propagare l'Aloe polyphylla è attraverso le talee. Se si cerca di propagare il succulento dalle foglie, c'è una grande probabilità che le foglie marciscano.

Si può anche provare a propagare la succulenta Aloe polyphylla coltivandola dai semi, ma è molto difficile e richiede tempo. 

La propagazione attraverso l'uso di spine è l'approccio migliore per questo tipo di succulente. Potrebbero volerci anni prima che l'Aloe a spirale sviluppi delle propaggini, ma l'attesa ne varrà la pena.

Passo 1: Indossare i guanti prima di rimuovere gli offset.

Passo 2: Usare un coltello affilato e sterilizzato o delle cesoie da giardino per rimuovere i rami.

Passo 3: Una volta rimosso l'offset, pulite la sua parte inferiore.

Passo 4: Posizionare l'offset in una zona ombreggiata e asciutta per permettere l'indurimento o lo sviluppo di calli.

Passo 5: Quando l'offset ha sviluppato i calli, piantalo in un vaso pieno di terreno ben drenante.

Domande frequenti


L'Aloe Polyphylla è tossica per cani e gatti?


Sì, l'Aloe polyphylla può essere tossica per cani e gatti. Questa varietà di pianta succulenta è stata identificata come potenzialmente velenosa se ingerita dagli animali sul sito web dell'American Society for the Prevention of Cruelty to Animals (ASPCA).

Se avete Aloe polyphylla nel vostro giardino, il vostro animale domestico può essere in pericolo di ammalarsi una volta che entra in contatto con la pianta. Fate attenzione ai segni di depressione, vomito, e sofferenza gastrointestinale.


Perché la mia Aloe Polyphylla Succulent sta morendo?


L'Aloe polyphylla è una pianta grassa ad alta manutenzione. Se non si raggiungono le condizioni adeguate per sostenere la sua crescita, l'Aloe a spirale può morire. 

Ci sono 3 possibili fattori che potrebbero portare alla morte della vostra Aloe polyphylla - eccesso di acqua, freddo estremo, temperature calde e infestazioni.

Irrigazione eccessiva

Come tutte le piante grasse, l'eccesso d'acqua può portare le radici della pianta a marcire. L'Aloe polyphylla può sopravvivere a lunghi periodi senza acqua perché le sue foglie paffute hanno la capacità di immagazzinare acqua.

Assicurati che il vassoio sotto il vaso della pianta sia stato ripulito dall'acqua in eccesso. Usa un terreno ben drenante che permetta all'aria di circolare liberamente intorno alle radici della pianta. 

Se vedete una qualsiasi parte della pianta che sviluppa un colore marroncino, tagliatela subito con un coltello sterilizzato. Questo potrebbe essere un segno di marciume che può diffondersi e infettare il resto della pianta.

Esposizione a temperature fredde

L'Aloe polyphylla è molto sensibile alle temperature fredde, specialmente quando scende sotto il punto di congelamento. 

In condizioni di gelo, le foglie possono sviluppare subito del marciume. La soluzione migliore è trasferire la succulenta in casa e metterla in una zona con temperature che non scendano sotto i 30° F (-1,1° C).

Esposizione a temperature calde e aria secca

L'Aloe polyphylla può anche marcire se esposta a temperature calde e aria secca. In situazioni come queste, spostate la pianta all'interno e mettetela in una stanza dove le temperature non superano gli 82 - 86° F (28 - 30° C).


L'Aloe Polyphylla produce fiori?


Possono volerci anni, ma l'Aloe a spirale produce attraenti fiori rosa salmone che misurano 12 pollici o 30 cm in primavera o all'inizio dell'estate. In rare occasioni, la succulenta può sbocciare con fiori di colore giallo.

Ultimo aggiornamento il 10 giugno 2022 da Sofia Lara

Succulente della stessa famiglia di piante

Lascia un commento

Dimensione massima del file caricato: 20 MB. È possibile caricare: immagine. Lasciare i file qui

it_ITItalian